Come praticare la gratitudine: 3 esercizi imperdibili.

Gratitudine questa cosa di cui ormai parlano tutti, ma si può imparare ad essere grati?

Certo che che sì, si può imparare ad essere grati. Anzi dobbiamo allenarci a sviluppare la gratitudine perché essa ha un grande potere, questa “emozione” ha effetti tangibili sul nostro umore e sulla nostra felicità a lungo termine.

Praticare la gratitudine però non vuol dire semplicemente imparare a dire GRAZIE più spesso, ma far nostro quell’atteggiamento di felicità apparentemente ingiustificata davanti alle piccole cose della vita.
Può sembrare semplice e banale, ma la verità è che non è sempre semplice ottenere questa emozione, soprattutto quando ci sentiamo preoccupati, demotivati o stressati. 

Esistono degli esercizi e delle tecniche specifiche che servono ad “ingannare” il nostro cervello ed aiutarlo ed entrare in una condizione di gratitudine ed oggi ve ne suggerirò 3.

Come praticare la gratitudine: gli esercizi.

1 – Tieni un diario della gratitudine.
Si tratta di tenere un quadernino in cui ogni sera, prima di addormentarti scriverai una cosa per cui sei stata grata nel corso della giornata. Non deve essere qualcosa di eclatante, ma un evento od una situazione senza la quale la tua giornata sarebbe stata peggiore. Può essere l’incontro di una persona, qualcosa che ti ha fatto sorridere, un buon pasto, un piccolo successo, un messaggio ricevuto. 

2 – Trova ragioni improbabili per essere grata. 
Questa tecnica è molto divertente e mi ha colpito molto quando l’ho scoperta, perché contrasta i pensieri negativi sul loro stesso campo.
Spesso praticare la gratitudine è complicato, soprattutto se abbiamo avuto una giornata stressante o complicata.  Ma è proprio in giornate così che la gratitudine può esserci di grande aiuto: pensa a ciò che è andato storto e a tutte le improbabili conseguenze positive di quello che attualmente consideri un disastro.
In poche parole trova il lato positivo di ogni situazione.
Un esempio: ti cade lo smartphone e si rompe. L’occasione perfetta per fare un  po’ di social detox che rimandi da tanto.
Usa la fantasia e sforzati a vedere il bicchiere mezzo pieno per dire grazie: se imparerai ad essere grato delle cose che vanno storte nella tua vita, questi eventi avranno “0” potere su di te. 

3 – Allenatevi con la sfida 30 giorni di gratitudine.
Tutti sappiamo essere grati, ma a volte non sappiamo da dove cominciare ad esserlo. Questo perché non ci viene insegnato. A questo proposito vi consiglio l’articolo scritto dalla mia amica Camilla, che ci illustra 10 attività per bambini per educarli alla gratitudine. I vostri figli ve ne saranno grati. Per noi adulti che non siamo ancora allenati invece, può esserci d’aiuto seguire uno schema con piccoli esercizi quotidiani, in questo modo sarà più semplice cominciare. La sfida completa con lo schema la trovate nell’articolo che ho scritto per NotOnlyMama.

Ora che avete scoperto 3 esercizi per praticare la gratitudine, non vi rimane che scegliere quello che sentite più giusto per voi o perché no, provarli tutti.

Allora siete pronte a cominciare a praticare la gratitudine?

“Gratitudine è onorare la vita.”

Spero troverete utile questo articolo, se così fosse condividetelo più che potete, diffondiamo la pratica della gratitudine ed i sorrisi. Vi abbraccio.

Un pensiero su “Come praticare la gratitudine: 3 esercizi imperdibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...